sabato 22 novembre 2008

FILOSOFIA: spiegata con le barzellette

Logica induttiva

Per confermare le teorie scientifiche si usa la logica induttiva, si parte dai casi particolari per giungere ai casi generali.
Un personaggio noto che si basa sulla logica induttiva è Sherlock Holmes, vediamolo in questo particolare caso:

Sherlock Holmes e il dottor Watson sono in campeggio.
Nel mezzo della notte Holmes si sveglia e dà una gomitata a Watson.
"Watson" dice "guardi in alto e mi dica cosa vede."
"Vedo milioni di stelle, Holmes"dice Watson.
"E cosa conclude ?" chiede Holmes.
Watson riflette un momento e poi risponde: "Be' dal punto di vista astronomico, questo mi dice che esistono milioni di galassie e, potenzialmente, miliardi di pianeti. Dal punto di vista astrologico, osservo che Saturno si trova in Leone. Dal punto di vista meteorologico, sospetto che domani sarà una giornata splendida. Dal punto di vista teologico, vedo che Dio è onnipotente e noi piccoli e insignificanti. E a lei Holmes, che cosa dice tutto ciò ?"
"Watson, idiota! Qualcuno ci ha rubato la tenda!"

Quale ragionamento ha seguito Holmes per giungere a questa conclusione:

  1. Sono andato a dormire con una tenda e ora vedo le stelle
  2. Le esperienze simili avute in passato mi portano a pensare che qualcuno ha rubato la tenda
  3. Le ipotesi alternative sono: Forse la tenda c'è ancora, e qualcuno proiettta le stelle sul soffitto, ma non vedo nessuno e neanche l'atrezzatura necessaria oppure il vento l'ha portata via, ma l'avrei sentito perchè ci vuole un vento molto forte per farlo.
Questa è logica induttiva.


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

Articoli correlati per categorie



0 commenti: