martedì 4 novembre 2008

FILOSOFIA: spiegata con le barzellette

Voglio iniziare una sezione di questo blog in cui si parla di filosofia, ma non in modo pesante e noioso, ma spiegata semplicemente e con delle barzellette.
Prenderò spunto da un liberculo molto carino presente nella mia libreria, si intitola:
PLATONE E L'ORNITORINCO di Cathcart e Klein, utilizzando le storielle raccontate in esso per spiegare i principi della filosofia.

Il principio di non contraddizione

Il principio di non contraddizione deriva dalla logica aristotelica in cui viene detto che niente può essere allo stesso tempo in un modo e pure in un altro.

Un rabbino siede in giudizio nel suo villaggio. Schmuel si alza e inizia a perorare la sua causa.
Dice: Rabbi, Itzak fa passare tutti i giorni le sue pecore sulla mia terra e rovina i miei germogli. E' la mia terra. Non è giusto.
Il rabbino dice: Hai ragione.
Ma poi si alza in piedi Itzak e dice: Rabbi, attraversare la sua terra è l'unico modo per far abbeverare le mie pecore al laghetto. Se non lo facessi morirebbero. Sono secoli che ogni pastore ha il diritto di passaggio sulla terra che circonda il laghetto, e dovrei averlo anch'io.
E il rabbino dice: Hai ragione.
La donna delle pulizie, che aveva sentito tutto, dice al rabbino: Ma rabbi non possono aver ragione tutti e due.
Il rabbino risponde: Hai ragione.

La donna delle pulizie ha avvisato il rabbino che ha violato la legge di non contraddizione che per un rabbino però non è molto grave, a quanto pare.


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

Articoli correlati per categorie



0 commenti: