domenica 28 novembre 2010

LE VIE PIU' COSTOSE AL MONDO

Dopo aver visto le strade più particolari al mondo vediamo ora le vie con l'affitto più costoso al mondo.
E' una classifica stilata dall'immobiliare Cushman & Wakefield, una società a livello mondiale con sedi nelle più importanti città, fondata nel 1917 a New York, conta più di 13.000 dipendenti.

10 - Al decimo posto troviamo la Kaufingerstrasse di Monaco in Germania, con un affitto annuo al metro quadro di 3.704 euro.


9 - Al nono posto ci spostiamo in Australia e precisamente a Sydney nella Pitt Street Mall che ha un affitto annuo al metro di 4.116 euro.


8 - Ottavo posto per Seoul nella Corea del Sud dove la Myeongdong ha un costo di 4.844 euro al metro quadro all'anno. Rispetto all'anno scorso ha avuto un aumento del 17,8%.


7 - Al settimo posto in Svizzera a Zurigo la Bahnhofstrasse con un costo annuo al metro quadro di 6.020 euro





6 - E' in Italia a Milano la sesta via, si tratta di via Montenapoleone con un affitto al metro quadro annuo di 6.770 euro.





5 - Al quinto posto troviamo Avenue de Champs Elysées a Parigi in Francia, il costo annuo al metro quadro è di  6.965, ha subito una flessione del 9,5% rispetto all'anno passato.


4 - Quarto posto per Londra nel Regno Unito con New Bond Street che con un aumento del 19,4% rispetto all'anno passato porta il costo annuo al metro quadro a 7.345 euro.



3 - In Giappone a Tokyo troviamo il terzo posto con Giza ad un costo annuo per metro di 7.711 euro.





2 - Seconda piazza ad Hong Kong con Causeway Bay, il cui costo annuo al metro quadro è di 14.620 euro, 9,6% in più rispetto al 2009.





1 - Ecco infine la via più costosa del mondo, ed è la celebre Fifth Avenue di New York negli USA, il costo annuo al metro quadro è di 16.257 euro, rispetto al 2009 è aumentato dell'8,8%.



John Strachan, Global Head Retail di Cushman & Wakefield, afferma: “nel mercato immobiliare del settore retail si risente ancora delle conseguenze della recessione economica globale e la ripresa è ancora lenta. Ci aspettiamo che nei mercati più maturi i conduttori continuino ad essere cauti e selettivi nella scelta degli spazi da locare. Ad ogni modo, nelle principali vie dello shopping in città come Londra e New York la domanda è stata superiore all’offerta e la forte richiesta da parte di marchi internazionali ha determinato un incremento dei canoni. Le economie emergenti hanno sperimentato una significativa crescita del settore retail, sostenuta da una forte domanda per spazi di buona qualità ed in una buona posizione. In questo momento l’Asia ha le migliori prospettive di crescita.”


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

Articoli correlati per categorie



0 commenti: